AssirecreGroup
Roma Vis Nova

Roma Vis Nova, una vittoria amara


La rete di Lorenzo Briganti sulla sirena regala alla Roma Vis Nova la vittoria per 13-12 sul Savona. Ma è stato un successo amaro, non è servito infatti ad evitare i playout, tre punti importanti per il morale, ma non per la classifica. Con la vittoria infatti dell’Ortigia sul Bogliasco ad evitare gli spareggi retrocessione sono proprio i siciliani. Un peccato davvero perchè in queste ultime due partite la squadra di Ciocchetti ha dimostrato di aver ritrovato la verve positiva e con il giusto l’atteggiamento. Roma disputerà dunque i playout la prossima settimana a Torino, dove affronterà con molta probabilità in semifinale il Bogliasco. Roma ha messo in cantiere quattro punti nelle ultime due partite quando era a secco dal 4 marzo (vittoria con Quinto), un lungo digiuno che ha portato a questa paradossale situazione. Bastava nel girone di ritorno mantenere il trend di quello d’andata dove si sono totalizzati 14 punti, in quello di ritorno ne mancano 4, quelli decisivi per evitare appunto questa ulteriore fase.

DIESEL Nel match contro Savona la Roma Vis Nova non è partita al meglio, anzi è andata subito sotto fin dai primi secondi e poi non è riuscita a invertire la tendenza, andando sotto anche di 3 reti nel secondo tempo. Male con uomo in più e in meno, senza cambio di passo. Poi nel terzo la squadra romana ha iniziato a giocare con un altro piglio, andando più volte a segno con Antonio Vittorioso, autore di un poker finale, assieme al portiere Gianmarco Nicosia, e rimettendosi così in corsa. Ma è nel quarto che ha compiuto la rimonta, andando ancora a bersaglio. Savona è calata alla distanza, Roma meglio con l’uomo in più e a 53” il pareggio, poi di nuovo assalto Savona. Ma sulla sirena, in superiorità, la rete finale di Lorenzo Briganti, cresciuto molto in questa fase.

VITTORIA DI SQUADRA Le parole proprio del man of the match. “E’ stata una vittoria di squadra, voluta e cercata fino alla fine. Abbiamo dimostrato di esser vivi e di lottare fino alla fine. In questa seconda parte ci siamo persi, ma ora nelle ultime settimane abbiamo ritrovato il nostro gioco e la nostra identità. Una vittoria di squadra, dove abbiamo giocato uniti fino in fondo. Non era facile, ma questo successo ci fa ben sperare per i playout”.

Il pensiero di Cristiano Ciocchetti.Sono ancora una volta dispiaciuto per come sia andato a finire questa regular season, nel girone di ritorno abbiamo fatto meno di quello di andata. Se avessimo giocato così non saremmo andati a Torino a giocarci la stagione. Bastava una vittoria in più. Ma ora guardiamo avanti, ci siamo ritrovati. Voglio vedere questa stessa mentalità e questa voglia di giocare fino alla fine, abbiamo fatto bene tecnicamente, anche lo spirito mi è piaciuto molto”.

Il pensiero del Presidente Marco Ferraro. “Avevo chiesto i ragazzi prima della partita di lottare e dare tutto, così ho ritrovato la Vis Nova della prima parte, la Vis Nova che conosco, quella della prima parte. Ora daremo il tutto per tutto in questi playout, ho avuto una risposta dalla squadra”.

Roma Vis Nova – Savona 13-12

(1-2, 3-5, 4-3, 5-2)

Roma: Nicosia, Innocenzi, Sofia, Delas 2, Gianni 1, Bitadze 1, Jerkovic 1, Vittorioso 4, Vitola 1, Gobbi, Ciotti, Briganti 3, Brandoni. All. Ciocchetti

Savona: Antona, Colombo 2, Damonte 1 (1 rig.), Conterno, Bianco 1, Ravina 1, Grosso, Milakovic 2, Bianco 1, Gounas 4, Piombo, Sadovyy, Missiroli. All. Angelini

Arbitri: Alfi e Ceccarelli

Note: Sup num Roma 12 (6), Savona 9 (6). Usc 3 f. Gianni e Grosso nel 4 t.

You must be logged in to post a comment Login